Il Territorio

L’AMBIENTE

GombolaIl territorio del Comune di Polinago, compreso nella vallata del torrente Rossenna, affluente del fiume Secchia, è di natura collinare, caratterizzato da tratti scoscesi e lastroni calcarei nella frazione di Gambola.
L’utilizzo del suolo è in prevalenza agricolo, ma sono presenti ampie zone boschive a roveri, querce e castagni.
La zona settentrionale è caratterizzata dalla presenza di roccia arenaria e soffici terreni sabbiosi che hanno dato origine ad una fitta selva di faggi e pioppi nella pittoresca frazione di Brandola.
L’altimetria raggiunge i 1053 metri della cima del monte S. Martino, da cui si può godere di una suggestiva vista del monte Cimone.
Le frazioni principali comprendono ancora resti di antiche fortificazioni, edificate in posizioni dominanti e facilmente difendibili, come ben testimoniato dal castello di Gombola.
La fauna selvatica comprende cinghiali, volpi, caprioli, fagiani, rapaci e varie specie ittiche nei torrenti e laghi.

 

COSA VEDERE

Ponte CervaroGli Etruschi, i Romani, i Liguri-Friniati, i Celti, i Bizantini, le potenti famiglie dei Da Gomola, dei Montecuccoli e degli Estense di Modena hanno lasciato tracce ancora presenti nella fonetica, nella toponomastica, nei borghi più antichi, nelle chiese e nei castelli.
Si passa dalle dolci colline di Cinghianello, alle selve di Brandola, nota per il suo castello, per il ponte Ercole e per le doti delle sue sorgenti dalle quali scaturisce “l’Acqua di Brandola”; dai solitari borghi di San Martino al capoluogo adagiato a ridosso di una collina, in posizione aperta e soleggiata col Monte Cimone che gli sta di fronte; dalla storica Gombola con il suo borgo seicentesco in una splendida posizione panoramica, a Talbignano dove si trova l’imponente palazzo Cesis; dalla verdeggiante Palaveggio alla brulla Casa Matteazzi con prati d’altura e laghetti artificiali; dalla salsa eruttiva in località Canalina al crinale che scende verso Prignano.
In questo ambiente tranquillo ed ospitale, il turista trova infinite occasioni per scoprire un paesaggio ricco di testimonianze storiche e naturalistiche, oltre alla possibilità di praticare molteplici sport o a stretto contatto con la natura o nei moderni impianti polifunzionali del capoluogo.